HOME / Master / Piero Castiglioni Works / Italia | Caltagirone | Scala Santa Maria del Monte

Italia | Caltagirone | Scala Santa Maria del Monte

L’imponente scala di Santa Maria del Monte  (142 gradini per un dislivello di più di 40 metri), costruita nel XVII sec. per assolvere una importante funzione urbanistica: collegare la zona alta della città a quella bassa. L’attuale rivestimento maiolicato delle alzate e la collocazione di lastre di pietra lavica sulle pedate risalgono al 1954: si tratta di 142 fasce di piastrelle, tutte diverse, decorate con disegni tipici della tradizione della ceramica di Caltagirone e risalenti ai motivi di tradizione siciliana, araba, normanna e spagnola. Il tema è dunque molto particolare: una scala, una strada che è anche muro, un monumento in salita, ma anche un luogo dove sostare scalino per scalino, un percorso architettonico che collega la terra al cielo. Per celebrare la festa di San Giacomo, patrono di Caltagirone, il 24 e 25 luglio la scalinata si trasforma in un autentico arazzo di luci: migliaia di piccole lampade di carta colorata che contengono una piccola lanterna a olio sono collocate sui gradini e accese, di sera, a formare enormi disegni, ogni volta diversi a seconda delle occasioni. Negli altri giorni dell’anno la gradinata di S. Maria del Monte non aveva una illuminazione notturna a rivelare la bellezza architettonica. L’obiettivo principale del progetto illuminazione è quello di restituire la scala alla città con un’illuminazione non scenografica ma basata sulla qualità e sulla percezione piuttosto che su parametri legati a normative o a criteri funzionali. Tale qualità di illuminazione è stata raggiunta puntando su un effetto volutamente non uniforme con un evidente alternarsi di luci e ombre. Fondamentale è anche l’eliminazione dell’abbagliamento lungo il percorso principale dal basso verso l’alto, ottenuta con un opportuno orientamento dei proiettori ruotati lievemente nella direzione della salita dando inoltre la possibilità di avere una chiara lettura delle fasce di piastrelle senza ombre né riflessi. Gli apparecchi di dimensioni ridotte sono collocati in posizioni poco visibili sia di giorno che di notte. Il progetto di illuminazione architetturale dell’architetto Piero Castiglioni come occasione per un approccio qualitativo al tema della luce urbana.


Progetto:
Lighting Design Piero Castiglioni

Collaborazioni:
Studio Triskeles

Foto Courtesy:
Piero Castiglioni

Anno:
2003


Altri Progetti Master

Museo d'Orsay, l'architettura diventa un grande dispositivo di illuminazione, i riflessi delle lampade su pareti e soffitti creano una luce uniforme senza ombre. Gruppi di proiettori a Palazzo Grassi ricordano un piccolo campo da calcio. Qui nasce un nuovo tipo di dispositivo di illuminazione, lampade con riflettore e supporto articolato danno vita al "Cestello". Spas Na Krovi è il perfezionamento del progetto di Mantova. L'aggregazione dei fasci di luce consente la riduzione delle dimensioni del dispositivo e il controllo di dispersione della luce.

Musée D'Orsay vista d'insieme - master architectural light design
Venice Grassi Palace vista esterna - master
St. Petersburg Spasa na Krovi vista esterna - master
Vista d'insieme notturna dell'area di Porta Nuova Garibaldi
Vista notturna del Centro Ricerche Italcementi
L'illuminazione notturna del Santuario
Vista centrale della Galleria Vittorio Emanuele illuminata
Vista d'insieme della Sala
Vista notturna Malba - Fondazione Costantini illuminata
Vista notturna illuminata del cortile d'ingresso
Vista notturna del profilo della città di Mantova
Dettaglio dell'illuminazione della corte interna
The Old Port of Genoa in a night view
Vista frontale delle finestre della pinacoteca
Ingresso della mostra allestita su Gianni Versace
Le pensiline di attesa illuminate
L'illuminazione del Salone delle Feste al Quirinale
Il centro storico di Siena illuminato
Un'altra vista centrale della sala illuminata di Palazzo Marino
Vista d'insieme di una sala con i corpi illuminanti a soffitto
Viktor & Rolf Showroom interno dello showroom
I corpi illuminanti installati a soffitto
Vista frontale dell'edificio de Il Sole 24 Ore Seat
Vista del museo dallo specchio d'acqua
Vista esterna dell'edificio del museo
La sala del Museo Poldi Pezzoli illuminata
Vista globale della sala concerti
Vista dall'esterno dell'edificio e delle facciate
Vista frontale della facciata d'ingresso principale
Vista frontale dell'edificio Lingotto a Torino
Dettaglio della facciata del palazzo Dior illuminata
Vista d'insieme della corte centrale del centro servizi
Vista d'insieme dell'edificio della Banca Lombarda a Brescia
Una delle sale con le opere esposte e gli apparecchi di illuminazione
Vista completa dell'edificio Cultural Centre
Vista completa del Teatro illuminato
L'ultima cena di Leonardo da Vinci con l'illuminazione utilizzata
Le opere d'arte all'interno delle Scuderie Papali illuminate
Il palco del Teatro Comunale di Firenze
Vista del complesso con l'illuminazione notturna
Montecitorio con l'illuminazione utilizzata
Vista delle sale e del percorso espositivo
Una vista notturna dell'edificio illuminato
Gli spazi esterni con l'illuminazione architeturale
Vista delle vetrate del soffitto con l'illuminazione
Dettaglio del sistema illuminante utilizzato
Musée D'Orsay vista d'insieme - master architectural light design
Venice Grassi Palace vista esterna - master
St. Petersburg Spasa na Krovi vista esterna - master
Vista d'insieme notturna dell'area di Porta Nuova Garibaldi
Vista notturna del Centro Ricerche Italcementi
L'illuminazione notturna del Santuario
Vista centrale della Galleria Vittorio Emanuele illuminata
Vista d'insieme della Sala
Vista notturna Malba - Fondazione Costantini illuminata
Vista notturna illuminata del cortile d'ingresso
Vista notturna del profilo della città di Mantova
Dettaglio dell'illuminazione della corte interna
The Old Port of Genoa in a night view
Vista frontale delle finestre della pinacoteca
Ingresso della mostra allestita su Gianni Versace
Le pensiline di attesa illuminate
L'illuminazione del Salone delle Feste al Quirinale
Il centro storico di Siena illuminato
Un'altra vista centrale della sala illuminata di Palazzo Marino
Vista d'insieme di una sala con i corpi illuminanti a soffitto
Viktor & Rolf Showroom interno dello showroom
I corpi illuminanti installati a soffitto
Vista frontale dell'edificio de Il Sole 24 Ore Seat
Vista del museo dallo specchio d'acqua
Vista esterna dell'edificio del museo
La sala del Museo Poldi Pezzoli illuminata
Vista globale della sala concerti
Vista dall'esterno dell'edificio e delle facciate
Vista frontale della facciata d'ingresso principale
Vista frontale dell'edificio Lingotto a Torino
Dettaglio della facciata del palazzo Dior illuminata
Vista d'insieme della corte centrale del centro servizi
Vista d'insieme dell'edificio della Banca Lombarda a Brescia
Una delle sale con le opere esposte e gli apparecchi di illuminazione
Vista completa dell'edificio Cultural Centre
Vista completa del Teatro illuminato
L'ultima cena di Leonardo da Vinci con l'illuminazione utilizzata
Le opere d'arte all'interno delle Scuderie Papali illuminate
Il palco del Teatro Comunale di Firenze
Vista del complesso con l'illuminazione notturna
Montecitorio con l'illuminazione utilizzata
Vista delle sale e del percorso espositivo
Una vista notturna dell'edificio illuminato
Gli spazi esterni con l'illuminazione architeturale
Vista delle vetrate del soffitto con l'illuminazione
Dettaglio del sistema illuminante utilizzato
MENU